Crea sito

LO SPOSO DE NANNA CUCCHIARELLA

    Sarà ttìsico er vostro maritaccio,
Sora bbrutta maliggna sputa-fele,
Ma nnò er regazzo mio, ma nnò Mmicchele,
Che smoverìa Castello cor un braccio.
    Io l'ho sscerto co ttutte le gautele,
E in questo so bbe' io cosa me faccio.
Mosscio a Mmicchele mio! Micchele un straccio!
Fijja, santa Luscìa occhi e ccannele.
    Lo so io si cch'edè: rrosicarella
De nun avello voi; ma in questo tanto
Squacqueraquàjjasquìcquera, sorella.
    Tisico a cquer gigante, a cquer campione,
A cquer colosso che ppò ddasse er vanto
D'un par de porzi da corcà Ssanzone!

                       26 settembre 1835

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti