Crea sito

GIROLIMO AR CIRUSICO DE LA CONZOLAZZIONE

    Servo, sor Tajjabbò e la compaggnia!
Ché, annate a ffà un giretto ar Culiseo?
A pproposito, è vvero che Mmatteo
V'ha mmannato Noscenzo a la curzìa?
    Avessi creso a le parole mia
Che jje disse quann'era er giubbileo,
Mun ze sarìa mo ttrovo in sto scangèo
De fàsse scortellà ppe ggallaria.
    Ma ggià cche cc'è ccascato in ner malanno,
Adesso, sor cirusico mio caro,
L'ariccommanno a vvoi, l'ariccommanno.
    Nun l'avete da fà ppe sto somaro,
Ma ppe cquelle crature, che nun cianno
Ggnente che ffà ssi er padre è un cicoriaro.

                      Terni, 1 ottobre 1831

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti