Crea sito

ER LETTEROSO

    Io poi nun faccio er zuperbioso, e cquanno
M'incontro ar monno a nnun zapé lle cose,
Ricurro da le ggente talentose,
E ssu ddu' piedi, alò, jje le dimanno.
    Diteme un po', ccom'imparai l'antr'anno
A ffà aggnusdei co le su' vere dose?
Dite, da chi imparai cuer c'arispose
San Pietro a Ddio? Da quelli che lo sanno.
    Ccusì la Scala-Santa. Don Libborio
Me la spiegò cquann'io je la chiedei
Drent'ar cortile de Monte-scitorio.
    La Scala-Santa, don Libborio Mei
Disce ch'era un Pretorio, e cch'er Pretorio
Era er Monte-scitorio de l'Ebbrei.

          Roma, 30 gennaio 1833

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti