Crea sito

LI SANTI FRESCHI

    Dàteme, a sto proposito, un convento
De fratiscelli oppuro monichette,
Che ddoppo morte ar meno un zei pe ccento
Nun faccino miracoli a ccarrette.
    Chi gguarissce una piaga, chi arimette
Li pormoni spariti, chi ttiè er vento,
Chi ffa ppiove, chi smorza le saette,
E cchi uno e cchi un antro spirimento.
    Ccusì er monno se popola de santi:
Er Papa sta in faccenne: er ziggnor diavolo
Se mozzica la coda; e sse va avanti.
    Che ssi a sti tempi manco per inzoggno
Nu ne fa nné ssan Pietro né ssan Pavolo
È sseggno che nun n'ha ppiù de bbisoggno.

                        28 giugno 1834

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti