Crea sito

BBRUTTI E SCONTENTI

    Hanno oggnun de li dua la su' magaggna.
Cattiva mojje e ccattivo marito.
Lui sempre muto e vve commanna a ddito;
E llei strilla oggnisempre e vve se maggna.
    Lui fa er rondone pe Ppiazza de Spaggna:
Lei sempre se ne va ccor zu' patito:
Inzomma, scerti mobbili, è ffinito,
Er Ziggnore li fa, ppoi l'accompaggna.
    Nun pòi crede che rrazza de gammone
Se pijjeno e cco cche ddisinvortura,
Quela saràca e cquer palamidone.
    Eppuro, ortre che mmetteno pavura,
Sò ddu' frutti oramai for de staggione,
Sò un tantino passati de cottura.

                      8 ottobre 1835

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti

Dai versi in romanesco alla prosa in italiano

BRUTTI E SGARBATI

Hanno ognuno dei due la sua pecca. Cattiva moglie e cattivo marito. Lui sempre muto e vi comanda a dito; e lei strilla ognisempre e vi si mangia. Lui fa il rondone per Piazza di Spagna: lei sempre se ne va col suo spasimante: insomma, certi mobili, è definito, il Signore li fa, poi l'accompagna. Non puoi credere che razza di libertà si prendono e con che disinvoltura, quell'aringa e quel tonno. Eppure, oltre che mettono paura, sono due frutti oramai fuori di stagione, sono un tantino passati di cottura.

Per saperne di più

Piazza di Spagna era luogo in cui s'aggiravano gli uomini in cerca di prostitute che qui avevano asilo per l'immunità goduta dai ministri di Spagna.