Crea sito

LA CANTINA DER PAPA

    Mentre stavo guardanno la cuscina
E ppenzavo lassù ccome se maggna,
È passato er zor Prospero Cuccaggna
Cionnolanno le chiave de cantina.
    E nnoi appresso. Che vvòi vede, Nina!
Nun ce la pò, pper dio, piazza de Spaggna.
E llì ccipro, e llì orvieto, e llì ssciampaggna,
E mmàliga, e ggenzano, e ggranatina...
    "Brungia," dico, che bbona libbreria!
Che bell'archivio d'editti e de bbolle!
Che oratorio! che bbrava sagristia!
    E ssenza aiuto de todeschi e rrussi
Se pò er Papa assciugà ttutte st'impolle?"
Disce: "Tra ppranzo e mmessa? Eh, cce ne fussi!"

                         25 marzo 1836

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti