Crea sito

UNA NOVA NOVA

    Trapassanno cor buzzico dell'ojjo
Pe annà da la Petacchia a Ttor-de-specchi,
Te vedo una combriccola de vecchi
Lì a le Tre-ppile, appiede ar Campidojjo.
    Staveno attenti a ssentì llegge un fojjo
Co ccert'occhi ppiù ggrossi de vertecchi.
E in faccia a ttutti mascilenti e ssecchi,
Je se scropiva er zeggno der cordojjo.
    Uno trall'antri a l'improviso strilla,
Dannose in zu la fronte una manata:
"Ah ppovera Duchessa de Bberilla!
    A ccosa t'è sservito, sciorcinata,
De sapé sscivolà ccom'un'inguilla?
Sti nimmichi de Ddio t'hanno fregata."

         Roma, 20 novembre 1832

Giuseppe Gioachino Belli, Sonetti

Dai versi in romanesco alla prosa in italiano

UNA NUOVA NOTIZIA

Traversando col recipiente dell'olio per andare da la Petacchia a Tor dei specchi, ti vedo una combriccola di vecchi lì a le Tre pignatte, ai piedi del Campidoglio. Stavano attenti a sentire leggere un foglio con certi occhi grossi spalancati. E in faccia a tutti macilenti e secchi gli si scopriva il segno del cordoglio. Uno tra gli altri all'improvviso strilla, dandosi sulla fronte una manata: "Ah povera Duchessa di Berilla! A cosa t'è servito, disgraziata, di sapere scivolare come un'anguilla? Questi nemici di Dio t'hanno fregata."

Per saperne di più

Ai piedi del Campidoglio era una colonna con le tre pignatte del Pignatelli papa, e laterali sorgevano le due contrade: Petacchia e Tor dei specchi.

La Duchessa di Berry, volendo suo figlio sul trono di Francia al posto del nuovo re Luigi Filippo, incitò alla rivolta varie popolazioni e sfuggì più volte alla cattura, nascondendosi anche in Italia, ma alla fine fu tradita e catturata.

Vertecchio era un anello di legno di forma sferoidale posto alla base del fuso per farlo girare meglio grazie al suo peso.

buzzico dell'olio

                                                        buzzico dell'ojjo